Avvocato Pitorri Roma Permessi di Soggiorno per Motivi di Lavoro

La presenza di stranieri extracomunitari in Italia è molto diffusa e visibile. Molti giungono sul suolo italiano per migliorare le proprie condizioni vita e cercare un lavoro stabile. Per ottenere un’occupazione, lo straniero ha bisogno di  un permesso di soggiorno per motivi di lavoro.

L’iter burocratico da seguire per giungere al conseguimento di un permesso di soggiorno per motivi di lavoro non è facile. Per questo motivo, nell’articolo dal titolo Avvocato Pitorri Permessi di Soggiorno per Motivi di Lavoro, l’argomento verrà affrontato, anche grazie alle competenze dell’Avvocato Iacopo Maria Pitorri di Roma. Quest’ultimo presta la sua attività anche in questo settore e le sue conoscenze a riguardo sono rintracciabili nel libro “Cittadinanza nel mondo”. E’ importante chiarire come la permanenza di uno straniero extracomunitario sul suolo italiano sia da legare al conseguimento di un permesso di soggiorno per motivi di lavoro. Continuando a leggere l’articolo Avvocato Pitorri Permessi di Soggiorno per motivi di lavoro è possibile chiarire la questione, chiarendo quali siano i passaggi da espletare e quali i requisiti necessari. Ottenendo un Permesso di soggiorno per motivi di lavoro, lo straniero ha diritto di restare sul suolo italiano, in conformità alla legge vigente. Un cittadino extracomunitario o privo di cittadinanza deve possedere obbligatoriamente il permesso di soggiorno per poter restare in Italia, mentre i cittadini europei non ne necessitano. Essendo in possesso del Permesso di soggiorno per motivi di lavoro, lo straniero o apolide accede alla fruizione di  diritti e servizi, all’iscrizione nelle liste anagrafiche e può riuscire ad avere un documento di identità. La consulenza di un avvocato immigrazionista può aiutare il cittadino extracomunitario in questo percorso, che può risultare complesso e molto strutturato. In quest’articolo, Avvocato Pitorri Permessi di Soggiorno per Motivi di Lavoro, si affronterà la questione relativa ai passaggi burocratici da espletare e ai requisiti necessari.Il primo passaggio importante e da evidenziare è che lo straniero extracomunitario deve fare richiesta di permesso di soggiorno per motivi professionali entro otto giorni lavorativi dal suo arrivo in Italia. L’Ufficio Immigrazione della questura di competenza e che ha sede nel luogo di residenza è l’autorità competente presso cui inoltrare la richiesta. Un permesso di soggiorno conseguito per motivi professionali avrà una durata pari a quella  prevista nel permesso di soggiorno, ma non potrà superare: i nove mesi per uno o più contratti di lavoro stagionali; un anno per contratti di lavoro subordinato a tempo determinato, mentre due anni per un contratto a tempo indeterminato. Il permesso di soggiorno per motivi di lavoro deve essere rinnovato entro i 60 giorni dalla scadenza. Nell’articolo che avete letto e dal titolo Avvocato Pitorri Permessi di soggiorno per motivi di lavoro traspare quanto sia importante ricorrere alla consulenza di un avvocato specializzato in diritto dell’immigrazione, perché, solo in questo modo, uno straniero potrà superare le difficoltà burocratiche, i problemi legati alla lingua e le complessità legali. Pertanto, se la lettura dell’articolo Avvocato Pitorri Permessi di Soggiorno per motivi di lavoro è stata interessante, condividete con i vostri contatti e nei vostri social.

Avvocato Pitorri Roma Permessi di Soggiorno per Motivi di Lavoro from The Web Provider on Vimeo.

Leggi il saggio sullo Ius Soli dell’Avvocato Pitorri. Clicca qui