Avvocato Pitorri Roma Orari Foto

Avv Pitorri Roma Libro

Avv Pitorri Roma Sanatoria

Avv Pitorri Roma Permessi di Soggiorno

Avv Pitorri Roma Pubblicazioni

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Facebook

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Twitter

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Instagram

Avv Pitorri Via Giovanni Amendola Roma RM

Avv Pitorri Roma Orari

Avv Pitorri Roma Libro

Avv Pitorri Roma Sanatoria

Avv Pitorri Roma Permessi di Soggiorno

Avv Pitorri Roma Pubblicazioni

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Facebook

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Twitter

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Instagram

Avv Pitorri Via Giovanni Amendola Roma RM

Avv Pitorri Roma Orari

Avv Pitorri Roma Libro

Avv Pitorri Roma Sanatoria

Avv Pitorri Roma Pubblicazioni

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Facebook

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Twitter

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Instagram

Avv Pitorri Via Giovanni Amendola Roma RM

Avv Pitorri Roma Orari

Avv Pitorri Roma Youtube

Avv Pitorri Roma Youtube

Avv Pitorri Roma Youtube

Avvocato Pitorri Roma Via Giovanni Amendola Roma RM

Avvocato Pitorri Roma Sanatoria

Avvocato Pitorri Roma Regolarizzazione Immigrazione

Avvocato Pitorri Roma Twitter

Avvocato Pitorri Roma Libri

Avvocato Pitorri Pinterest

Avvocato Pitorri Roma Pubblicazioni

Avvocato Pitorri Roma Youtube

Avvocato Pitorri Roma Facebook

Avvocato Pitorri Roma Instagram

Avvocato Pitorri Roma Linkedin

Avvocato Pitorri Roma Blog

Avvocato Pitorri Roma Permessi di Soggiorno

Avvocato Pitorri Roma Incidentistica

Avvocato Pitorri Roma RM

Avvocato Pitorri Roma Orari

Avvocato Pitorri Roma Indirizzo

Avvocato Pitorri Roma Sito Web

Avvocato Pitorri Roma Cittadinanza Italiana

Avvocato Pitorri Roma Instagram

Avvocato Pitorri Roma Jacopo Maria

Avvocato Pitorri Roma Permesso di Soggiorno

https://www.tutticodici.it/dossier-idos-immigrazione-2019-2020-in-italia/
http://blogroma84.blogspot.com/2019/11/blog-dell-avvocato-iacopo-maria-pitorri.html
https://www.mettiamocilatesta.it/reddito-di-cittadinanza-e-sussidio-di-immigrazione-a-cittadini-extra-ue-e-immigrati/
https://www.linkedin.com/in/avvocato-iacopo-maria-pitorri-137640187/
https://www.instagram.com/iacopomariapitorri/
https://avviacopomariapitorri.tumblr.com/
https://www.youtube.com/channel/UCHoWWa5Fl45vCEMUeOpCL4A
https://www.dailymotion.com/dm_cb4998a11a762d372a7828115b32dda9
http://serviziosocialeonline.it/2019/11/07/studio-legale-dell-avvocato-iacopo-maria-pitorri-a-roma-avvocato-iacopo-maria-pitorri-per-lavoro-e-famiglia/
http://www.islam-online.it/permessi-di-soggiorno-a-roma-con-avvocato-iacopo-maria-pitorri-1134

avvpitorriroma.com

avvpitorriroma.org

iacopomariapitorri.com

Pitorri Roma Libro

Pitorri Roma Sanatoria

Pitorri Roma Permessi di Soggiorno

Pitorri Roma Pubblicazioni

Pitorri Roma Facebook

Pitorri Roma Twitter

Pitorri Roma Instagram

Pitorri Roma Via Giovanni Amendola 95

Pitorri Roma Orari

Pitorri Roma Libro

Pitorri Roma Sanatoria

Pitorri Roma Regolarizzazione Immigrati

Pitorri Roma Diritto

Pitorri Roma Studio Legale

Pitorri Roma Twitter

Pitorri Roma Jacopo Maria

Jacopo Maria Pitorri Roma RM

Jacopo Maria Pitorri Roma Libro

Jacopo Maria Pitorri Roma Sanatoria

Jacopo Maria Pitorri Roma Permessi di Soggiorno

Jacopo Maria Pitorri Roma Pubblicazioni

Jacopo Maria Pitorri Roma Facebook

Jacopo Maria Pitorri Roma Twitter

Jacopo Maria Pitorri Roma Instagram

Jacopo Maria Pitorri Roma Via Giovanni Amendola 95

Jacopo Maria Pitorri Roma Orari

Jacopo Maria Pitorri Roma Libro

Jacopo Maria Pitorri Roma Regolarizzazione Immigrati

Jacopo Maria Pitorri Roma Diritto

avvocato Roma immigrazione on Line 

avvocati Roma esperti in immigrazione

avvocato Roma specializzato in diritto dell immigrazione 

avvocato immigrazione roma 

studio legale Roma immigrazione

diritto dell immigrazione avvocato Roma

Avvocato Roma esperto immigrazione 

avvocato Roma immigrazione on Line 

avvocati Roma esperti in immigrazione 

avvocato Roma specializzato in diritto dell immigrazione 

avvocato immigrazione roma 

studio legale Roma immigrazione 

diritto dell immigrazione avvocato Roma 

avvocato pitorri Roma YouTube 

avvocato pitorri Roma Twitter

avvocato pitorri Roma ebooks

Pitorri immigrazione

Pitorri orari

Pitorri Libro

Pitorri pubblicazioni

Pitorri Studio

Pitorri San Tommaso

Pitorri immigrazione

Pitorri Oro

Pitorri Successo

Pitorri Edizioni

Pitorri Eredità

Pitorri Milioni

https://kipin.in/vfuxv3lo0dz

Avv. Pitorri Roma Diritto Matrimoniale


In copertina: Avvocato Pitorri libro

L’Avvocato Iacopo Maria Pitorri di Romaha una specializzazione anche nel Diritto Matrimoniale. Il matrimonio “tradizionale” resta al centro del diritto di famiglia, nonostante la società offra nuove sfide e nuovi modelli, alternativi al matrimonio classico, che ha attraversato le epoche e la storia. Inoltre, è dal matrimonio che si originano alcuni istituti giuridici che danno completezza alla disciplina.

Avv Pitorri Roma Permessi di Soggiorno

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Twitter

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Facebook

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Twitter

Avv Pitorri Via Giovanni Amendola Roma RM

Jacopo Maria Pitorri Roma Youtube

Avv Pitorri Roma Youtube

Avv Pitorri Roma Libro

In questo articolo dal titolo Avv. Pitorri Roma Diritto Matrimoniale sarà possibile trovare informazioni sugli elementi caratteristici del matrimonio e le implicazioni giurisprudenziali che ne conseguono. Il matrimonio è un istituto da cui nascono effetti giuridici condizionanti per sempre o per un lungo periodo sulla vita affettiva ed economica dei contraenti. L’articolo 29 della Costituzione afferma come la famiglia “legittima” sia quella basata sul matrimonio. La parola “matrimonio” è indica le nozze, l’atto attraverso il quale viene realizzata la società coniugale, e il rapporto che ne consegue per gli sposi. In Pitorri Diritto Matrimoniale, poi, il lettore potrà trovare specificati quelli che sono i requisiti necessari perché possa realizzarsi un matrimonio. E’ il codice civile, nell’articolo 86, che regolamenta la questione e identifica nella libertà di stato il primo requisito importante. Secondo tale principio non può sposarsi chi è legato da un precedente matrimonio a meno che: il precedente vincolo sia stato annullato o risulti nullo; il vincolo si sia sciolto per via del divorzio; il coniuge sia morto. La libertà di stato per la legge civile, fa riferimento anche alla situazioni di coloro che abbiano celebrato il matrimonio solo in chiesa, senza la trascrizione dell’atto presso gli uffici comunali. Continuando con la lettura di Jacopo Maria Pitorri Diritto Matrimoniale si chiarisce anche la differenza tra il concetto di matrimonio nullo e annullabile. A tal proposito, un matrimonio risulta nullo se contratto senza di libertà di stato, cioè quando uno o entrambi i coniugi risultano vincolati da precedenti nozze non ancora annullate o sciolte. Pertanto, il matrimonio può essere impugnato in qualunque momento, non solo dai coniugi e dal pubblico ministero, ma da chiunque vi abbia interesse. Secondo la legge italiana questo matrimonio non esiste, non deve essere sciolto con il divorzio non ha alcun effetto legale. Si possono concretizzare anche altri casi di nullità del matrimonio. Essi sono i seguenti: una delle parti risulta incapace di intendere e di volere; uno dei coniugi è affetto da incapacità naturale; difetto d’età prevista dal codice; esistenza di legame di parentela, affinità, adozione o affiliazione.

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Facebook

Avv Pitorri Roma Pubblicazioni

Diversa, invece, è la condizione di  invalidità, che si realizza perché il consenso di uno o di entrambi i coniugi è stato estorto con violenza, con paura o per errore. E’ invalido anche il matrimonio realizzato con la simulazione, quando i coniugi si sposano, ma con l’accordo di non ottemperare agli obblighi e di non esercitare i diritti che ne derivano. Sussistono, però, altri requisiti per cui un matrimonio possa essere dichiarato valido. Essi sono: il raggiungimento della maggiore età (art 84 c.c.), la capacità di intendere e di volere (art. 85 c.c.), l’assenza di commixtio sanguinis (art. 89 c.c.), per cui una donna che abbia già contratto matrimonio non può sposarsi nuovamente se non dopo trecento giorni dallo scioglimento o annullamento del matrimonio precedente, (al fine di non dubitare della paternità di un eventuale nascituro), fatto salvo il caso in cui il matrimonio sia stato dichiarato nullo per impotenza di uno dei coniugi. Nel seguente articolo, denominato Pitorri Diritto Matrimoniale, poi, si specificano anche tutti quei casi per cui può sussistere un impedimento al matrimonio. Nello specifico, le cause di impedimento al matrimonio previste dal codice civile italiano riguardano soprattutto il divieto di contrarre matrimonio: tra parenti (art. 87 c.c.) ed in particolare tra genitori e figli, fratelli e sorelle figli della stessa madre, ma di padre diverso, che figli dello stesso padre, ma di madre diversa; tra zio e nipote; suocero e nuora; genero e suocera; cognato e cognata (anche se in queste ultime tre situazioni, il Tribunale può prevedere una dispensa); adottante e adottato; figli adottivi della stessa persona; adottato e coniuge dell’adottante; adottante e coniuge dell’adottato; tra una persona condannata per omicidio tentato o consumato ed il coniuge della vittima. Dunque, il diritto matrimoniale è una materia complessa e strutturata, ma in Pitorri Diritto Matrimoniale è stato possibile chiarire al meglio le questioni che ad esso si legano, sottolineando quanto sia fondamentale essere sostenuti da un legale esperto nel settore. Se i contenuti rinvenuti in Pitorri Diritto Matrimoniale sono stati di vostro interesse, provate a condividerli con i vostri contatti e all’interno dei vostri social.

Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata

Esperto anche in diritto dell’Immigrazione e autore di un libro sulla Cittadinanza del Mondo, l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri mette a disposizione le sue competenze del lettore. Infatti, nell’articolo Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata c’è la volontà di guidare gli stranieri extracomunitari che, vivendo lo spaesamento dovuto dall’esperienza migratoria, desiderano conseguire il documento che permette loro la permanenza, secondo quanto previsto dalla legge.

Il fenomeno migratorio è un argomento di sempre maggiore attualità. L’Avvocato Iacopo Maria Pitorri segue questo settore con particolare dedizione, mettendo a disposizione la sua professionalità a favore degli immigrati extracomunitari. Questo contenuto, dal titolo Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno illimitata, approfondisce, tra le altre cose, l’importanza di questo fondamentale documento. Istituito nel gennaio 2007 in sostituzione della “Carta di soggiorno per cittadini stranieri”, il “Permesso di soggiorno CE 2020” ha una validità illimitata, a tempo indeterminato, utile per chi decide di soggiornare in Italia per periodi prolungati. L’istanza per l’ottenimento del Permesso di soggiorno CE 2020 può essere presentata alla posta, al Comune (se dotato di questo servizio) o al Patronato. Inoltre, la richiesta del Permesso di soggiorno CE 2020 può essere avanzata qualora sia attestata la presenza del cittadino straniero in Italia da almeno 5 anni e se si dimostra la conoscenza effettivamente provata della lingua italiana per un livello A2. Questa disposizione è in vigore dal 9 dicembre 2010. La prova che documenta la reale conoscenza della lingua italiana può essere dimostrata in diversi modi: presentando copia della licenza media, del Diploma di scuola superiore o l’iscrizione presso un ateneo italiano; presentando copia di un’attestazione rilasciata da un Centro provinciale per l’Istruzione degli Adulti in seguito alla frequenza di un corso e che dimostri il raggiungimento del livello A2 o anche superiore della lingua italiana; presentando copia della certificazione rilasciata da uno dei quattro Enti certificatori (o da soggetti convenzionati) legittimati dal Ministero degli Affari Esteri e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (IT Università di Roma Tre, PLIDA Società Dante Alighieri, CILS Università per stranieri di Siena, CELI Università per stranieri di Perugia) a seguito del superamento dell’esame finale; attraverso il superamento di un Test ministeriale organizzato dalla Prefettura e dedicato ai richiedenti del Permesso di Soggiorno CE. Ovviamente, la procedura di dimostrazione della conoscenza della lingua italiana non è richiesta a coloro che necessitano semplicemente di aggiornamento o duplicato del Permesso stesso e a tutti coloro che presentano le certificazioni appena elencate, oltre che dai soggetti di età inferiore ai 14 anni. Per i cittadini che, invece, devono accedere al test è necessario presentare richiesta per il soggiorno e disporre della seguente documentazione: documento di identità, dati di residenza, domicilio e permesso di soggiorno valido. Inoltrata la richiesta, il cittadino dovrà attendere la lettera su cui sarà indicato il Centro per l’istruzione degli adulti presso cui effettuare il test, con l’indicazione del giorno dell’ora. La lettera della Prefettura dovrà essere mostrata il giorno dell’esame, accompagnata da un valido documento d’identità.


Avv. Pitorri libro su lulu

L’esame sarà considerato superato qualora si ottenga almeno l’80% del punteggio complessivo. In caso di risultato positivo, la richiesta per l’ottenimento del Permesso di Soggiorno CE a scadenza illimitata va avanti automaticamente. Continuando con la lettura di Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata, è possibile conoscere gli altri requisiti necessari per ottenere questo importante documento. Altro requisito fondamentale è il possesso di un reddito minimo pari all’assegno sociale previsto per l’anno (780 euro, in questo caso). In relazione al reddito disponibile, c’è un’ulteriore specifica da sottolineare. Se, infatti, il cittadino straniero fa richiesta del Permesso di soggiorno CE 2020 per sé stesso e per i suoi congiunti, il reddito dovrà essere pari o addirittura superiore al valore dell’assegno sociale annuo previsto, con una maggiorazione del 50% per ogni familiare per cui si presenta l’istanza. Se, invece, il cittadino ne fa richiesta e ha due o più figli di età inferiore ai 14 anni, il reddito dovrà essere pari o superiore al doppio dell’importo previsto nell’anno dall’assegno sociale. Dunque, il cittadino richiedente potrà avanzare istanza di Permesso di Soggiorno CE 2020 oltre che per sé stesso anche: per il coniuge maggiorenne da cui non si è legalmente separati; per i figli minorenni anche nati fuori dal matrimonio e appartenenti solo ad uno dei coniugi; per i figli che abbiano raggiunto la maggiore età, ma siano affetti da invalidità totale; per i genitori a proprio carico. Inoltre, l’Avvocato Pitorri segnala, in Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata, evidenzia i vantaggi di cui si può beneficiare grazie alla carta di soggiorno illimitata. Oltre alla scadenza indefinita e alla possibilità di un soggiorno in Italia a tempo indeterminato, il Permesso di soggiorno CE 2020 rappresenta anche il documento valido per l’identificazione personale per una durata di 5 anni; permette l’ingresso in Italia senza la necessità di avere un visto e di poter partecipare alla vita pubblica del posto di residenza; permette al richiedente di lavorare più liberamente e di poter usufruire dei servizi messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione. Se, invece, il Permesso di Soggiorno CE è rilasciato da un altro stato dell’UE, il cittadino straniero potrà restare in Italia per un periodo superiore ai 3 mesi per motivi di studio, lavoro o di piacere. Quest’ultima condizione, però, è realizzabile soltanto se il cittadino avrà a disposizione le adeguate risorse economiche per vivere e un’assicurazione sanitaria. Nel seguente articolo, denominato Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata, il lettore verrà guidato alla presentazione dell’istanza per il conseguimento della carta di soggiorno illimitata. La richiesta del Permesso di Soggiorno CE 2020 può essere effettuata mediante la compilazione dell’apposito kit dedicato e rintracciabile presso gli uffici postali che prevedano questo servizio. Il kit contiene 2 moduli. Il modulo 1 è da compilare obbligatoriamente, mentre il modulo 2 è da presentare solo se il richiedente presenta un reddito oppure ha bisogno di un permesso per lavorare. Qualora la richiesta di permesso riguardi anche i propri congiunti, il cittadino straniero dovrà inviare un modulo per ogni componente, tranne per i figli di età inferiore ai 14 anni. Quando il minore avrà compiuto i 14 anni otterrà un Permesso di soggiorno CE per motivi familiari, mentre al raggiungimento della maggiore età gli sarà rilasciato un Permesso di Soggiorno CE per altri motivi (lavoro, studio….). Se, invece, si tratta di una richiesta di rinnovo, sarà importante mettere nella busta la copia del permesso – carta di soggiorno per cui effettuare l’aggiornamento. Inoltre, la richiesta del permesso dovrà essere accompagnata dai seguenti documenti: copia del passaporto o di un documento di identità in corso di validità; copia della dichiarazione dei redditi; certificato casellario giudiziale e certificato delle iscrizioni in riferimento ai procedimenti penali; possesso di un alloggio adeguato; copia della busta paga dell’anno di riferimento; certificato di residenza e stato di famiglia; pagamento del bollettino per il permesso di soggiorno elettronico dal costo di 30,46 euro e del contrassegno telematico, che ammonta a 16,00 euro. L’intero costo della raccomandata ammonta a 30,00 euro. Inoltre, si dovrà effettuare un pagamento pari a: 70,46 euro, per rinnovo del permesso per un periodo superiore ai tre mesi e sino ad un anno; 80,46 euro per rinnovo in un periodo compreso tra uno e due anni; 130,46 euro per la richiesta del Permesso di Soggiorno CE e se ne avanzano istanza anche dirigenti e lavoratori specializzati. Sono, invece, esonerati dal pagamento le seguenti categorie di persone: soggetti di età inferiore ai 18 anni; cittadini stranieri che hanno necessità di un duplicato o di una conversione; cittadini stranieri che devono sottoporsi a visite o cure mediche con i loro accompagnatori; i richiedenti che godono di una forma di protezione internazionale; richiedenti con familiari già cittadini comunitari. Proseguendo, poi, con la lettura Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata, è possibile sapere quali sono i casi che non permettono di ottenere questo documento. Infatti, non può essere avanzata richiesta di Permesso di soggiorno illimitato per i seguenti motivi: studio, formazione e attività di ricerca scientifica; protezione e rifugio; asilo, poiché in attesa di un permesso di soggiorno di breve durata. Inoltre, diplomatici, consoli e  rappresentanti di organizzazioni internazionali di natura universale non godono del diritto di richiesta del permesso di soggiorno illimitato. Seppur di durata indeterminata, il permesso può essere soppresso qualora si realizzi una delle seguenti condizioni: espulsione; mancanza dei requisiti necessari per il suo rilascio; assenza dai territori UE per un periodo superiore ai 12 mesi consecutivi; assenza dall’Italia per più di 6 anni; rilascio dello stesso permesso da parte di un altro paese UE; accertamento del conseguimento del permesso in modo illecito. Se i contenuti di Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata sono stati di vostro gradimento, condividete con i vostri contatti e sui social.

Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata from The Web Provider on Vimeo.

Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata

L’articolo Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata desidera supportare gli stranieri extracomunitari che, giunti sul suolo di arrivo, desiderano ottenere il documento che permette loro la permanenza, secondo quanto previsto dalla legge.

Avvocato Pitorri Roma Linkedin

Avvocato Pitorri Roma Blog

Avvocato Pitorri Roma Permessi di Soggiorno

Avvocato Pitorri Roma Incidentistica

Avvocato Pitorri Roma RM

Avvocato Pitorri Roma Orari

Avvocato Pitorri Roma Indirizzo

Avvocato Pitorri Roma Sito Web

Avvocato Pitorri Roma Cittadinanza Italiana

Avvocato Pitorri Roma Instagram

Avvocato Pitorri Roma Jacopo Maria

Avvocato Pitorri Roma Permesso di Soggiorno

Il fenomeno migratorio è un evento di grande attualità. L’Avvocato Iacopo Maria Pitorri è molto sensibile a queste tematiche, dedicando una buona parte del suo operato professionale nell’ambito del diritto dell’Immigrazione. In modo particolare, in questo articolo, che abbiamo intitolato Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno illimitata, verrà approfondita l’importanza di questo importante documento. Nato nel gennaio 2007 in sostituzione della “Carta di soggiorno per cittadini stranieri”, il “Permesso di soggiorno CE 2020” ha una validità illimitata, a tempo indeterminato, utile per chi decide di soggiornare in Italia per periodi prolungati. L’istanza per l’ottenimento del Permesso di soggiorno CE 2020 può essere presentata alla posta, al Comune (se dotato di questo servizio) o al Patronato. Inoltre, la richiesta del Permesso di soggiorno CE 2020 può essere avanzata qualora sia attestata la presenza del cittadino straniero in Italia da almeno 5 anni e se si dimostra la conoscenza effettivamente provata della lingua italiana per un livello A2. Questa disposizione è in vigore dal 9 dicembre 2010.

Pitorri Roma Facebook

Pitorri Roma Twitter

Pitorri Roma Instagram

Pitorri Roma Via Giovanni Amendola 95

Pitorri Roma Orari

Pitorri Roma Libro

Pitorri Roma Sanatoria

Pitorri Roma Regolarizzazione Immigrati

Pitorri Roma Diritto

Pitorri Roma Studio Legale

Pitorri Roma Twitter

Pitorri Roma Jacopo Maria

Jacopo Maria Pitorri Roma RM

Jacopo Maria Pitorri Roma Libro

Jacopo Maria Pitorri Roma Sanatoria

Jacopo Maria Pitorri Roma Permessi di Soggiorno

La prova che documenta la reale conoscenza della lingua italiana può essere dimostrata in diversi modi: presentando copia della licenza media, del Diploma di scuola superiore o l’iscrizione presso un ateneo italiano; presentando copia di un’attestazione rilasciata da un Centro provinciale per l’Istruzione degli Adulti in seguito alla frequenza di un corso e che dimostri il raggiungimento del livello A2 o anche superiore della lingua italiana; presentando copia della certificazione rilasciata da uno dei quattro Enti certificatori (o da soggetti convenzionati) legittimati dal Ministero degli Affari Esteri e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (IT Università di Roma Tre, PLIDA Società Dante Alighieri, CILS Università per stranieri di Siena, CELI Università per stranieri di Perugia) a seguito del superamento dell’esame finale; attraverso il superamento di un Test ministeriale organizzato dalla Prefettura e dedicato ai richiedenti del Permesso di Soggiorno CE. Ovviamente, la procedura di dimostrazione della conoscenza della lingua italiana non è richiesta a coloro che necessitano semplicemente di aggiornamento o duplicato del Permesso stesso e a tutti coloro che presentano le certificazioni appena elencate, oltre che dai soggetti di età inferiore ai 14 anni. Per i cittadini che, invece, devono accedere al test è necessario presentare richiesta per il soggiorno e disporre della seguente documentazione: documento di identità, dati di residenza, domicilio e permesso di soggiorno valido. Inoltrata la richiesta, il cittadino dovrà attendere la lettera su cui sarà indicato il Centro per l’istruzione degli adulti presso cui effettuare il test, con l’indicazione del giorno dell’ora. La lettera della Prefettura dovrà essere mostrata il giorno dell’esame, accompagnata da un valido documento d’identità. L’esame sarà considerato superato qualora si ottenga almeno l’80% del punteggio complessivo. In caso di risultato positivo, la richiesta per l’ottenimento del Permesso di Soggiorno CE a scadenza illimitata va avanti automaticamente.

Avv Pitorri Roma Libro

Avv Pitorri Roma Sanatoria

Avv Pitorri Roma Permessi di Soggiorno

Avv Pitorri Roma Pubblicazioni

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Facebook

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Twitter

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Instagram

Avv Pitorri Via Giovanni Amendola Roma RM

Avv Pitorri Roma Orari

Avv Pitorri Roma Libro

Avv Pitorri Roma Sanatoria

Avv Pitorri Roma Permessi di Soggiorno

Avv Pitorri Roma Pubblicazioni

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Facebook

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Twitter

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Instagram

Avv Pitorri Via Giovanni Amendola Roma RM

Avv Pitorri Roma Orari

Avv Pitorri Roma Libro

Avv Pitorri Roma Sanatoria

Avv Pitorri Roma Pubblicazioni

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Facebook

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Twitter

Avv Pitorri Jacopo Maria Roma Instagram

Avv Pitorri Via Giovanni Amendola Roma RM

Avv Pitorri Roma Orari

Avv Pitorri Roma Youtube

Continuando con la lettura di Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata, è possibile conoscere gli altri requisiti necessari per ottenere questo importante documento. Altro requisito fondamentale è il possesso di un reddito minimo pari all’assegno sociale previsto per l’anno (780 euro, in questo caso). In relazione al reddito disponibile, c’è un’ulteriore specifica da sottolineare. Se, infatti, il cittadino straniero fa richiesta del Permesso di soggiorno CE 2020 per sé stesso e per i suoi congiunti, il reddito dovrà essere pari o addirittura superiore al valore dell’assegno sociale annuo previsto, con una maggiorazione del 50% per ogni familiare per cui si presenta l’istanza. Se, invece, il cittadino ne fa richiesta e ha due o più figli di età inferiore ai 14 anni, il reddito dovrà essere pari o superiore al doppio dell’importo previsto nell’anno dall’assegno sociale. Dunque, il cittadino richiedente potrà avanzare istanza di Permesso di Soggiorno CE 2020 oltre che per sé stesso anche: per il coniuge maggiorenne da cui non si è legalmente separati; per i figli minorenni anche nati fuori dal matrimonio e appartenenti solo ad uno dei coniugi; per i figli che abbiano raggiunto la maggiore età, ma siano affetti da invalidità totale; per i genitori a proprio carico. Inoltre, l’Avvocato Pitorri segnala, all’interno di questo contenuto, Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata, i vantaggi che si possono ottenere grazie alla carta di soggiorno illimitata.

Approfondisci l’argomento sul libro dell’Avvocato Pitorri, clicca qui

Oltre alla scadenza indefinita e alla possibilità di un soggiorno in Italia a tempo indeterminato, il Permesso di soggiorno CE 2020 rappresenta anche il documento valido per l’identificazione personale per una durata di 5 anni; permette l’ingresso in Italia senza la necessità di avere un visto e di poter partecipare alla vita pubblica del posto di residenza; permette al richiedente di lavorare più liberamente e di poter usufruire dei servizi messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione. Se, invece, il Permesso di Soggiorno CE è rilasciato da un altro stato dell’UE, il cittadino straniero potrà restare in Italia per un periodo superiore ai 3 mesi per motivi di studio, lavoro o di piacere. Quest’ultima condizione, però, è realizzabile soltanto se il cittadino avrà a disposizione le adeguate risorse economiche per vivere e un’assicurazione sanitaria. Nel seguente articolo, denominato Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata, il lettore verrà guidato alla presentazione dell’istanza per il conseguimento della carta di soggiorno illimitata. La richiesta del Permesso di Soggiorno CE 2020 può essere effettuata mediante la compilazione dell’apposito kit dedicato e rintracciabile presso gli uffici postali che prevedano questo servizio. Il kit contiene 2 moduli. Il modulo 1 è da compilare obbligatoriamente, mentre il modulo 2 è da presentare solo se il richiedente presenta un reddito oppure ha bisogno di un permesso per lavorare.

Avvocato Pitorri Roma Pubblicazioni

Avvocato Pitorri Roma Youtube

Avvocato Pitorri Roma Facebook

Avvocato Pitorri Roma Instagram

Avvocato Pitorri Roma Linkedin

Avvocato Pitorri Roma Blog

Avvocato Pitorri Roma Permessi di Soggiorno

Avvocato Pitorri Roma Incidentistica

Avvocato Pitorri Roma RM

Avvocato Pitorri Roma Orari

Avvocato Pitorri Roma Indirizzo

Avvocato Pitorri Roma Sito Web

Avvocato Pitorri Roma Cittadinanza Italiana

Avvocato Pitorri Roma Instagram

Avvocato Pitorri Roma Jacopo Maria

Avvocato Pitorri Roma Permesso di Soggiorno

https://www.tutticodici.it/dossier-idos-immigrazione-2019-2020-in-italia/

http://blogroma84.blogspot.com/2019/11/blog-dell-avvocato-iacopo-maria-pitorri.html

https://www.mettiamocilatesta.it/reddito-di-cittadinanza-e-sussidio-di-immigrazione-a-cittadini-extra-ue-e-immigrati/

https://www.linkedin.com/in/avvocato-iacopo-maria-pitorri-137640187/

https://www.instagram.com/iacopomariapitorri/

https://avviacopomariapitorri.tumblr.com/

https://www.youtube.com/channel/UCHoWWa5Fl45vCEMUeOpCL4A
https://www.dailymotion.com/dm_cb4998a11a762d372a7828115b32dda9
http://serviziosocialeonline.it/2019/11/07/studio-legale-dell-avvocato-iacopo-maria-pitorri-a-roma-avvocato-iacopo-maria-pitorri-per-lavoro-e-famiglia/

avvpitorriroma.com

avvpitorriroma.org

iacopomariapitorri.com

Qualora la richiesta di permesso riguardi anche i propri congiunti, il cittadino straniero dovrà inviare un modulo per ogni componente, tranne per i figli di età inferiore ai 14 anni. Quando il minore avrà compiuto i 14 anni otterrà un Permesso di soggiorno CE per motivi familiari, mentre al raggiungimento della maggiore età gli sarà rilasciato un Permesso di Soggiorno CE per altri motivi (lavoro, studio….). Se, invece, si tratta di una richiesta di rinnovo, sarà importante mettere nella busta la copia del permesso – carta di soggiorno per cui effettuare l’aggiornamento. Inoltre, la richiesta del permesso dovrà essere accompagnata dai seguenti documenti: copia del passaporto o di un documento di identità in corso di validità; copia della dichiarazione dei redditi; certificato casellario giudiziale e certificato delle iscrizioni in riferimento ai procedimenti penali; possesso di un alloggio adeguato; copia della busta paga dell’anno di riferimento; certificato di residenza e stato di famiglia; pagamento del bollettino per il permesso di soggiorno elettronico dal costo di 30,46 euro e del contrassegno telematico, che ammonta a 16,00 euro. L’intero costo della raccomandata ammonta a 30,00 euro.

Inoltre, si dovrà effettuare un pagamento pari a: 70,46 euro, per rinnovo del permesso per un periodo superiore ai tre mesi e sino ad un anno; 80,46 euro per rinnovo in un periodo compreso tra uno e due anni; 130,46 euro per la richiesta del Permesso di Soggiorno CE e se ne avanzano istanza anche dirigenti e lavoratori specializzati. Sono, invece, esonerati dal pagamento le seguenti categorie di persone: soggetti di età inferiore ai 18 anni; cittadini stranieri che hanno necessità di un duplicato o di una conversione; cittadini stranieri che devono sottoporsi a visite o cure mediche con i loro accompagnatori; i richiedenti che godono di una forma di protezione internazionale; richiedenti con familiari già cittadini comunitari. Inoltre, in Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata, l’Avvocato Pitorri elenca anche i casi per i quali il documento non può essere ottenuto. Infatti, non può essere avanzata richiesta di Permesso di soggiorno illimitato per i seguenti motivi: studio, formazione e attività di ricerca scientifica; protezione e rifugio; asilo, poiché in attesa di un permesso di soggiorno di breve durata. Inoltre, diplomatici, consoli e  rappresentanti di organizzazioni internazionali di natura universale non godono del diritto di richiesta del permesso di soggiorno illimitato. Seppur di durata indeterminata, il permesso può essere soppresso qualora si realizzi una delle seguenti condizioni: espulsione; mancanza dei requisiti necessari per il suo rilascio; assenza dai territori UE per un periodo superiore ai 12 mesi consecutivi; assenza dall’Italia per più di 6 anni; rilascio dello stesso permesso da parte di un altro paese UE; accertamento del conseguimento del permesso in modo illecito. Se anche voi avete necessità di ottenere una carta di soggiorno illimitata, fruite di Avvocato Pitorri Roma Carta di Soggiorno Illimitata e condividete con i vostri contatti.

avvocato Roma immigrazione on Line 

avvocati Roma esperti in immigrazione

avvocato Roma specializzato in diritto dell immigrazione 

avvocato immigrazione roma 

studio legale Roma immigrazione

diritto dell immigrazione avvocato Roma

Iacopo Maria Pitorri Permesso di Soggiorno from The Web Provider on Vimeo.

Avvocato Pitorri Roma Diritto Matrimoniale

L’Avvocato Iacopo Maria Pitorri ha una specializzazione anche nel Diritto Matrimoniale. Nonostante la società attuale proponga anche soluzioni alternative al matrimonio “tradizionale”, esso resta l’elemento centrale del diritto di famiglia.

Infatti, è dal matrimonio che si originano alcuni istituti giuridici che danno completezza alla disciplina. In questo articolo dal titolo Avvocato Pitorri Roma Diritto Matrimoniale sarà possibile trovare informazioni sugli elementi caratteristici del matrimonio e le implicazioni giurisprudenziali che ne conseguono. Il matrimonio è un istituto da cui nascono effetti giuridici condizionanti per sempre o per un lungo periodo sulla vita affettiva ed economica dei contraenti. L’articolo 29 della Costituzione afferma come la famiglia “legittima” sia quella basata sul matrimonio. La parola “matrimonio” è indica le nozze, l’atto attraverso il quale viene realizzata la società coniugale, e il rapporto che ne consegue per gli sposi. In Avvocato Pitorri Roma Diritto Matrimoniale, poi, il lettore potrà trovare specificati quelli che sono i requisiti necessari perché possa realizzarsi un matrimonio. E’ il codice civile, nell’articolo 86, che regolamenta la questione e identifica nella libertà di stato il primo requisito importante. Secondo tale principio non può sposarsi chi è legato da un precedente matrimonio a meno che: il precedente vincolo sia stato annullato o risulti nullo; il vincolo si sia sciolto per via del divorzio; il coniuge sia morto. La libertà di stato per la legge civile, fa riferimento anche alla situazioni di coloro che abbiano celebrato il matrimonio solo in chiesa, senza la trascrizione dell’atto presso gli uffici comunali. Continuando con la lettura di Avvocato Pitorri Roma Diritto Matrimoniale si chiarisce anche la differenza tra il concetto di matrimonio nullo e annullabile. A tal proposito, un matrimonio risulta nullo se realizzatosi senza di libertà di stato, cioè quando uno od entrambi i coniugi risultano vincolati da precedenti nozze non ancora annullate o sciolte. Pertanto, il matrimonio può essere impugnato in qualunque momento, non solo dai coniugi e dal pubblico ministero, ma da chiunque vi abbia interesse. Secondo la legge italiana questo matrimonio non esiste, non deve essere sciolto con il divorzio non ha alcun effetto legale. Si possono concretizzare anche altri casi di nullità del matrimonio. Essi sono i seguenti: una delle parti risulta incapace di intendere e di volere; uno dei coniugi è affetto da incapacità naturale; difetto d’età prevista dal codice; esistenza di legame di parentela, affinità, adozione o affiliazione.

Avv. Iacopo Maria Pitorri Libro sulla Cittadinanza

Diversa, invece, è la condizione di  invalidità, che si realizza perché il consenso di uno o di entrambi i coniugi è stato estorto con violenza, con paura o per errore. E’ invalido anche il matrimonio realizzato con la simulazione, quando i coniugi si sposano, ma con l’accordo di non ottemperare agli obblighi e di non esercitare i diritti che ne derivano. Sussistono, però, altri requisiti per cui un matrimonio possa essere dichiarato valido. Essi sono: il raggiungimento della maggiore età (art 84 c.c.), la capacità di intendere e di volere (art. 85 c.c.), l’assenza di commixtio sanguinis (art. 89 c.c.), per cui una donna che abbia già contratto matrimonio non può sposarsi nuovamente se non dopo trecento giorni dallo scioglimento o annullamento del matrimonio precedente, (al fine di non dubitare della paternità di un eventuale nascituro), fatto salvo il caso in cui il matrimonio sia stato dichiarato nullo per impotenza di uno dei coniugi. Nel seguente articolo, denominato Avvocato Pitorri Roma Diritto Matrimoniale, poi, si specificano anche tutti quei casi per cui può sussistere un impedimento al matrimonio. Nello specifico, le cause di impedimento al matrimonio previste dal codice civile italiano riguardano soprattutto il divieto di contrarre matrimonio: tra parenti (art. 87 c.c.) ed in particolare tra genitori e figli, fratelli e sorelle figli della stessa madre, ma di padre diverso, che figli dello stesso padre, ma di madre diversa; tra zio e nipote; suocero e nuora; genero e suocera; cognato e cognata (anche se in queste ultime tre situazioni, il Tribunale può prevedere una dispensa); adottante e adottato; figli adottivi della stessa persona; adottato e coniuge dell’adottante; adottante e coniuge dell’adottato; tra una persona condannata per omicidio tentato o consumato ed il coniuge della vittima. Dunque, il diritto matrimoniale è una materia complessa e strutturata, ma in Avvocato Pitorri Roma Diritto Matrimoniale è stato possibile chiarire al meglio le questioni che ad esso si legano, sottolineando quanto sia fondamentale essere sostenuti da un legale esperto nel settore. Se i contenuti rinvenuti in Avvocato Pitorri Roma Diritto Matrimoniale sono stati di vostro interesse, provate a condividerli con i vostri contatti e all’interno dei vostri social. 

Avvocato Pitorri Roma Diritto Matrimoniale from The Web Provider on Vimeo.

Avvocato Pitorri Roma Nulla Osta Ricongiungimento Familiare

Un cittadino straniero in Italia può richiedere il nulla osta per il ricongiungimento familiare rispettando alcuni requisiti fondamentali e vincolanti. Ne parliamo con l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri nell’articolo Avvocato Pitorri Roma Nulla Osta Ricongiungimento Familiare. 


Clicca qui per Avv. Pitorri libro

Leggi l’intervista Avvocato Pitorri Roma Nulla Osta Ricongiungimento Familiare

Il cittadino straniero che risiede in Italia può richiedere il nulla osta per il ricongiungimento familiare se è titolare di carta di soggiorno o permesso di soggiorno di durata non inferiore ad un anno. Un cittadino straniero può richiedere il nulla osta per il ricongiungimento familiare se è in possesso di alcuni requisiti. Vediamo insieme all’Avvocato immigrazionista Iacopo Maria Pitorri quali sono e come richiedere il permesso. 

Domanda: Gentile Avvocato Pitorri, un cittadino che vuole richiedere il ricongiungimento familiare, cosa deve fare? 

Risposta: Innanzitutto deve dimostrare di avere un alloggio in grado di ospitare i familiari per i quali richiede il ricongiungimento. Il comune a sua volta dovrà verificarne l’esistenza e rilasciare un certificato di idoneità alloggiativa. Il secondo aspetto vincolante è legato invece al reddito

Domanda: Il cittadino deve dimostrare pertanto un reddito in grado di soddisfare le esigenze legate al ricongiungimento? 

Risposta: Esattamente. Il richiedente deve avere un reddito minimo annuo derivante, ovvio, da fonti lecite. Questo reddito non può in alcun modo essere inferiore all’importo annuo dell’assegno sociale, aumentato della metà dell’importo dell’assegno sociale per ciascun familiare che deve essere ricongiunto. 

Vedi la tabella del reddito richiesto su Avvocato Pitorri Roma Nulla Osta Ricongiungimento Familiare:

  RICONGIUNGIMENTOReddito Annuo     
1 familiare8.931,00
2 familiari11.908,00
3 familiari14.885,00
4 familiari17.862,00
5 familiari                                             20.839,00

Se ti è piaciuto l’articolo Avvocato Pitorri Roma Nulla Osta Ricongiungimento Familiare, continua a seguire la pagina, troverai molte altre notizie utili in materia di diritto dell’immigrazione. 

Credits video: Avvocato Pitorri Roma Nulla Osta Ricongiungimento Familiare

Iacopo Maria Pitorri Nulla Osta Ricongiungimento Familiare

Attraverso la pratica del ricongiungimento familiare la legge ha istituito una pratica finalizzata a preservare e tutelare l’unione della famiglia. Il Nulla Osta che permette il ricongiungimenti familiare va incontro alle esigenze di un cittadino extracomunitario che, regolarmente presente sul territorio di uno Stato, desidera riunire il proprio nucleo affettivo.

AVVOCATO PITORRI LIBRO SU LULU.COM

All’interno di questa intervista, dal titolo Iacopo Maria Pitorri Nulla Osta Ricongiungimento Familiare, l’Avvocato Pitorri metterà a disposizione le sue competenze, chiarendo in cosa consista questa pratica e cosa bisogna fare per ottenere il nulla osta. 

Domanda: Avvocato Pitorri, cos’è il ricongiungimento familiare?

Risposta: Il ricongiungimento familiare è un istituto che apre la possibilità al cittadino extracomunitario, che possiede un regolare permesso di soggiorno CE per permanenza di lungo periodo o inferiore ad un anno, conseguito per studio, lavoro, asilo, ragioni familiari, religiose o per motivi di protezione sussidiaria, di richiedere l’ingresso dei parenti che sono rimasti nel territorio di partenza.

Domanda: All’interno di questa intervista, che abbiamo deciso di intitolare Iacopo Maria Pitorri Nulla Osta Ricongiungimento Familiare, potrebbe spiegare come ottenere il Nulla Osta per il ricongiungimento familiare?

Risposta: La pratica del ricongiungimento familiare va inoltrata presso lo Sportello unico per l’immigrazione. Esso ha sede presso la Prefettura del luogo di residenza del richiedente. La richiesta può essere effettuata solo in maniera telematica, fruendo del sito internet del Ministero dell’Interno. 

Domanda: L’istituto del ricongiungimento familiare è aperta a tutte le categorie di congiunti, rimasti nel contesto di partenza?

Risposta. Si potrà avanzare la richiesta solo se sono soddisfatti alcuni requisiti. Il nulla osta per ricongiungimento familiare può ottenuto per le seguenti categorie familiari: coniuge maggiorenne non separato; figli minorenni non sposati, seppur nati al di fuori del matrimonio, se l’altro genitore manifesta il suo consenso; figli maggiorenni a carico che, portatori di una forma di disabilità, non possono sostenersi in modo indipendente; genitori a carico che non abbiano figli nel paese di origine; genitori ultrasessantacinquenni gravemente malati e per cui gli altri figli non possono provvedere al sostentamento. 

Domanda: Dopo quanti giorni dall’inoltro della richiesta si otterrà una risposta?

Risposta: A 180 giorni dalla richiesta, lo Sportello Unico rilascerà o respingerà il nulla osta per il ricongiungimento familiare, comunicando la decisione al Consolato del luogo di residenza del familiare da ricongiungere. 

Domanda: Avvocato Pitorri, tenendo conto dei nuovi contesti familiari che la società oggi propone, l’istituto del ricongiungimento familiare può essere applicato anche alle coppie di fatto e, dunque, alle coppie civili? 

Risposta: La domanda è davvero calzante e, all’interno di questa intervista Iacopo Maria Pitorri Nulla Osta per Ricongiungimento Familiare, fornisco la mia risposta facendo riferimento alla Circolare numero 3511 del Ministero dell’Interno del 5 Agosto 2016. 

Domanda: Cosa contiene questa circolare?

Risposta: Essa spiega che il nulla osta per ricongiungimento familiare come il permesso di soggiorno, può essere richiesto anche per il ricongiungimento delle coppie di fatto o coniugi legati da semplice unione civile. Infatti, le unioni civili sono diventate legge in Italia nel maggio 2016, con l’entrata in vigore della Legge Cirinnà (la numero 76 del 20 maggio 2016). La condizione si applica anche allo straniero in possesso di un regolare permesso di soggiorno, che può inoltrare la richiesta di nulla osta per ricongiungimento familiare con il partner dello stesso sesso, straniero e non residente in Italia, in seguito alla contrazione di un’unione civile. 

Domanda: La possibilità per il coniuge di poter richiedere il ricongiungimento anche in caso di unione civile o con coniuge dello stesso sesso rappresenta un’importante apertura, in grado di equiparare i diritti delle unioni di fatto a quelli di cui godono le unioni tradizionali. 

Risposta: Assolutamente sì. La peculiarità essenziale della pratica del ricongiungimento è la tutela dell’unità e dell’integrità della famiglia. Proprio per questo motivo non poteva restare esclusiva unica della famiglia tradizionale. Infatti, mi preme sottolineare proprio in questo contenuto che porta il titolo di Iacopo Maria Pitorri Nulla Osta Ricongiungimento Familiare, che il concetto di famiglia ha subito un’importante estensione giuridica, culturale e sociale, trascendendo dal concetto di famiglia nel senso originario del termine. E non sarebbe potuto essere diversamente, viste le grandi sfide che, ogni giorno e da tempo, la società sta affrontando.

L’intervista con l’Avvocato Pitorri permette di capire come una società sempre più multietnica e variegata non poteva restare ferma su posizioni e principi che, a lungo andare sarebbero stati obsoleti e assolutamente superati. Per approfondire le vostre conoscenze o saperne di più, consultate Iacopo Maria Pitorri Nulla Osta Ricongiungimento Familiare e condividete sui vostri social.

Iacopo Maria Pitorri Nulla Osta Ricongiungimento Familiare from The Web Provider on Vimeo.

Avvocato Pitorri Roma Nulla Osta Ricongiungimento Familiare

Il ricongiungimento familiare è stato istituito al fine di preservare e tutelare l’unione della famiglia, nel momento in cui un cittadino extracomunitario regolarmente presente sul territorio di uno Stato,  desidera riunire il proprio nucleo affettivo. In Iacopo Maria Pitorri Nulla Osta Ricongiungimento Familiare sarà possibile precisare di cosa si parla e cosa bisogna fare per realizzare questa pratica.

Intanto, è importante chiarire il ricongiungimento familiare è un istituto che consente al cittadino extracomunitario, che possiede un regolare permesso di soggiorno CE per permanenza di lungo periodo o inferiore ad un anno, conseguito per studio, lavoro, asilo, ragioni familiari, religiose o per motivi di protezione sussidiaria, può richiedere l’ingresso dei parenti che sono rimasti nel territorio di partenza, al di fuori di quello in cui il richiedente si trova al momento. Nell’articolo Iacopo Maria Pitorri Nulla Osta Ricongiungimento Familiare è possibile conoscere l’iter burocratico da seguire per poter ottenere il Nulla Osta per il ricongiungimento familiare. La pratica del ricongiungimento familiare va inoltrata presso lo Sportello unico per l’immigrazione. Esso ha sede presso la Prefettura del luogo di residenza del richiedente. La richiesta può essere effettuata solo in maniera telematica, fruendo del sito internet del Ministero dell’Interno. Il nulla osta per ricongiungimento familiare può ottenuto per le seguenti categorie familiari: coniuge maggiorenne non separato; figli minorenni non sposati, seppur nati al di fuori del matrimonio, se l’altro genitore manifesta il suo consenso; figli maggiorenni a carico che, portatori di una forma di disabilità, non possono sostenersi in modo indipendente; genitori a carico che non abbiano figli nel paese di origine; genitori ultrasessantacinquenni gravemente malati e per cui gli altri figli non possono provvedere al sostentamento. Trascorsi i 180 giorni dalla richiesta, lo Sportello Unico rilascerà o respingerà il nulla osta per il ricongiungimento familiare, comunicando la decisione al Consolato del luogo di residenza del familiare da ricongiungere. Ma l’istituto del ricongiungimento familiare può essere applicato anche alle coppie di fatto e, dunque, alle coppie civili? A tal proposito, l’Avvocato Pitorri all’interno dell’articolo Iacopo Maria Pitorri Nulla Osta per Ricongiungimento Familiare, trova la risposta all’interno della Circolare numero 3511 del Ministero dell’Interno del 5 Agosto 2016. Essa spiega che il nulla osta per ricongiungimento familiare come il permesso di soggiorno, può essere richiesto anche per il ricongiungimento delle coppie di fatto o coniugi legati da semplice unione civile. Infatti, le unioni civili sono diventate legge in Italia nel maggio 2016, con l’entrata in vigore della Legge Cirinnà (la numero 76 del 20 maggio 2016). La condizione si applica anche allo straniero in possesso di un regolare permesso di soggiorno, che può inoltrare la richiesta di nulla osta per ricongiungimento familiare con il partner dello stesso sesso, straniero e non residente in Italia, in seguito alla contrazione di un’unione civile. La possibilità per il coniuge di poter richiedere il ricongiungimento anche in caso di unione civile o con coniuge dello stesso sesso rappresenta un’importante apertura, in grado di equiparare i diritti delle unioni di fatto a quelldi cui godono le unioni tradizionali. Infatti, la peculiarità essenziale della pratica del ricongiungimento è la tutela dell’unità e dell’integrità della famiglia. Proprio per questo motivo non poteva restare esclusiva unica della famiglia tradizionale. Infatti, negli ultimi anni, l’Avvocato Pitorri, in questo contenuto denominato non a casa Iacopo Maria Pitorri Nulla Osta Ricongiungimento Familiare, ha affermato che il concetto di famiglia ha subito un’importante estensione giuridica, culturale e sociale, trascendendo dal concetto di famiglia nel senso originario del termine. E non sarebbe potuto essere diversamente, viste le grandi sfide che, ogni giorno e da tempo, la società sta affrontando. Una società sempre più multietnica e variegata, che non poteva restare ferma su posizioni e principi che, a lungo andare sarebbero stati obsoleti e assolutamente superati.

Libro Avvocato Iacopo Maria Pitorri: acquistalo qui

Per approfondire le vostre conoscenze o saperne di più, consultate Iacopo Maria Pitorri Nulla Osta Ricongiungimento Familiare e condividete sui vostri social.

Avvocato Pitorri Roma Nulla Osta Ricongiungimento Familiare from The Web Provider on Vimeo.

Avvocato Pitorri Roma Permessi di Soggiorno per Motivi di Lavoro


Clicca qui per Avv. Pitorri libro

L’immigrazione in Italia è un argomento particolarmente sensibile, ne parliamo con l’Avv. Iacopo Maria Pitorri di Roma, autore tra l’altro di un libro molto interessante sulla Cittadinanza nel mondo. Una delle modalità attraverso cui è possibile ottenere il permesso di soggiorno per uno straniero può essere il lavoro, per l’occasione abbiamo chiesto all’Avv. come funziona il processo di ottenimento ed i requisiti. Continua a leggere Avvocato Pitorri Roma Permessi di Soggiorno per motivi di lavoro. 

 

Uno straniero che decide di venire nel nostro Paese può ottenere il permesso di soggiorno per diversi motivi, uno di questi è il lavoro. Il permesso di soggiorno per motivi di lavoro infatti autorizza il cittadino straniero a restare sul suolo nazionale legalmente e ne dimostra la regolarità. Possono fare richiesta del permesso cittadini extracomunitari ed apolidi mentre esso non è necessario per i cittadini europei i quali possono accedere in Italia senza visto d’ingresso. Per uno straniero essere in possesso del permesso di soggiorno significa poter accedere a diritti e servizi nonché all’iscrizione nelle liste anagrafiche e al rilascio dei documenti di identità. Si tratta quindi di un documento molto importante che spesso richiede il sostegno di un avvocato immigrazionista per poterlo ottenere come lo è appunto l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri di Roma a cui abbiamo fatto qualche domanda per capire il processo di rilascio ed i requisiti richiesti. 

 

Leggi l’intervista Avvocato Pitorri Roma Permessi di Soggiorno per motivi di lavoro

Domanda: Avvocato, entro quando uno straniero deve presentare domanda per il permesso di soggiorno per motivi di lavoro? 

Risposta: Lo straniero che arriva in Italia per motivi di lavoro deve presentare domanda entro 8 giorni lavorativi dalla data di ingresso. 

Domanda: Dove si può richiedere? 

Risposta: La domanda va presentata presso l’Ufficio Immigrazione della questura competente, nel luogo di residenza di chi lo richiede

Domanda: Che durata ha il permesso? 

Risposta: La durata del permesso di soggiorno per motivi di lavoro è quella prevista dal contratto di soggiorno ma non può superare: 

  • nove mesi relativamente a uno o più contratti di lavoro stagionale
  • un anno relativamente a un contratto di lavoro subordinato a tempo determinato 
  • due anni relativamente ad un contratto subordinato a tempo indeterminato 

Domanda: Può essere rinnovato?

Risposta: Certamente, va richiesto il rinnovo entro 60 giorni prima della scadenza

Domanda: Nell’ottica di questo articolo intitolato Avvocato Pitorri Roma Permessi di Soggiorno per motivi di lavoro, quanto è importante affidarsi ad un avvocato specializzato in diritto dell’immigrazione per uno straniero?

Risposta: E’ chiaramente molto importante, soprattutto perché molti stranieri che arrivano in Italia potrebbero incontrare problemi con la burocrazia di un Paese che non conoscono, a partire dall’aspetto linguistico. 

Domanda: Ringraziandola per la sua disponibilità, se Le farà piacere Le chiediamo di diffondere questa sua piccola intervista “Avvocato Pitorri Roma Permessi di Soggiorno per motivi di lavoro” per aiutare tanti stranieri a comprendere meglio come muoversi per ottenere il permesso di soggiorno per motivi di lavoro. 

Risposta: Sarà ovviamente un piacere e un mio impegno personale nel farlo. Vi ringrazio anzi per avermi contattato! 

Se hai trovato utile l’articolo Avvocato Pitorri Roma Permessi di Soggiorno per motivi di lavoro condividilo anche tu!